Libri di recente o prossima pubblicazione
luglio 2005

(Le informazioni sono state fornite direttamente dalle case editrici o prelevate dalla quarta di copertina)

Fanucci Editore
Acquistabili su IBS

Autore Titolo Collana Codice Prezzo Pagine Traduzione Tit. Originale
Ambrose Bierce Tutti i racconti vol.1 - I racconti dell'orrore Collezione immaginario   17,00 400 Sara Brambilla The Complete Short Stories of Ambrose Bierce

Per la prima volta editi in una raccolta organica i Racconti di Ambrose Bierce, pioniere letterario dei suoi tempi e grande ispiratore della letteratura moderna.

Prima di partire per il Messico, dal quale non avrebbe fatto ritorno, “Bitter” Bierce lasciò dietro di sé la fama di intransigente critico dei suoi tempi e più di novanta racconti, perfetta espressione del suo geniro satirico, riuniti oggi in due volumi – il primo dedicato alle storie dell’orrore, il secondo a quelle di guerra e a quelle fantastiche – da Fanucci Editore per il pubblico italiano.

Indice:
Haita il pastore;
Il segreto del Burrone di Macarger;
Gli occhi della pantera;
Lo straniero;
Un cittadino di Carcosa;
Il candidato;
La morte di Halpin Frayser;
Il guardiano dei morti;
L'uomo e il serpente;
Il funerale di John Mortonson;
Il padrone di Moxon;
La cosa maledetta;
Il regno delle illusioni;
Un incarico inutile;
Un rampicante su una casa;
La valle infestata;
Un gemello;
Testimone di un'impiccagione;
Il telegramma;
La strada al chiaro di luna;
Un arresto;
Una brocca di sciroppo;
L'isola dei pini;
Dal vecchio Eckert;
La casa del fantasma;
Il dito medio del piede destro;
La cosa a Nolan;
Un campo difficile da attraversare;
Una gara interrotta;
Le tracce di Charles Ashmore;
L'allucinazione di Staley Fleming;
Le vicende notturne all"Uomo morto';
Il piccolo vagabondo;
Un naufragio psicologico;
Un freddo saluto;
Al di là della parete;
L'orologio di John Bartine;
L'uomo che usciva dal naso;
Un'avventura a Brownville;
L'ambiente adatto;
La finestra sbarrata;
La signora di Redhorse;
Il famoso lascito Gilson;
Un vero spauracchio;
Una diagnosi di morte.

“Rimarrà per sempre uno dei più grandi testimoni, uno dei critici più intransigenti, colui che ha dato la forma definitiva a più di un genere letterario”
Clifton Fadiman

Acquistabile su IBS

Ambrose Gwynnette Bierce, nato nell’Ohio nel 1842, dopo la guerra di Secessione collaborò con il San Francisco News and Commercial Advertiser, per il quale scrisse articoli dal linguaggio crudo e aggressivo ove attaccava i personaggi pubblici dell’epoca. Trasferitosi a Londra, pubblicò i suoi primi volumi di scritti satirici (Nuggest and Dust e The Fiend's Delight nel 1872, Cobwebs from an Empty Skull nel 1874), nei quali è possibile cogliere già la netta propensione per il grottesco e l’orrido, elementi che caratterizzeranno la sua intera opera.
Tornato negli Stati Uniti nel 1875, fu a lungo direttore dell’Examiner, rinnovando profondamente lo stile giornalistico americano. Nel 1891 pubblicò la raccolta Tales of Soldiers and Civilians (edita qualche anno dopo col titolo In the Midst of Life), guadagnandosi ben presto la fama di scrittore horror. Pubblicò in seguito (senza riunirli organicamente) altri racconti fantastici, versi satirici, Tall Stories, il volume Fantastic Fables (una raccolta di favole classiche riviste in chiave ironica) la sua opera più nota, The Devil's Dictionary, nel quale raccolse tutti gli aforismi e le brevi, taglienti considerazioni che aveva iniziato a pubblicare nel 1881 sul Wasp di San Francisco e che diventeranno presto popolarssimi. Nel 1908 decise di raccogliere i suoi scritti nei dodici volumi The Collected Works of Ambrose Bierce.
Nel 1914 partì per il Messico, mentre era in corso la ribellione di Pancho Villa (suo conoscente), e morì in circostanze misteriose lo stesso anno. 
K.J. Bishop Petali e sangue Collezione Immaginario Fantasy   17,00 384 Eleonora Lacorte The Etched City

Un uomo e una donna, sopravvissuti agli orrori di una guerra civile, sconfitti e inseguiti dal vittorioso Esercito degli Eroi, approdano nella meravigliosa e corrotta città di Ashamoil. La donna, Raule, deciderà di dedicare la propria vita e il proprio mestiere di medico ai bisognosi (anche se ama collezionare feti deformi, da cui sostiene di essere affascinata). L'uomo, Gwynn, viene assoldato come mercenario da un ricco commerciante di schiavi, ma la sua inesauribile sete di vita e di avventure lo condurrà nel mondo incantato di Beth, misteriosa artista nelle cui incisioni sembra racchiuso il mistero della città e del mondo intero. Tra sanguinosi duelli e crudeli vendette, dialoghi metafisici e raffinati accoppiamenti, i protagonisti finiranno per scoprire nuove vie verso la conoscenza, nelle quali estasi e dolore coesistono come entità indivisibili...

“K.J. Bishop è una scrittrice di rara potenza e grazia, a suo agio sia nella descrizione dell’azione sia nella profonda caratterizzazione dei personaggi. Petali e sangue è un meraviglioso romanzo d’esordio… originalissimo, seppure con gradevoli echi di Miéville, MacLeod e altri maestri del genere.”
Jeff VanderMeer

Acquistabile su IBS

K.J. Bishop, australiana, vive a Melbourne. I suoi racconti sono stati pubblicati da diverse riviste (Aurealis, Fables and Reflections, Borderlands) e nelle antologie Album Zutique #1, Leviathan 4, The Alsiso Project, The Thackery T. Lambshead Pocket Guide to Eccentric and Discredited Diseases. Petali e sangue è il suo romanzo d’esordio, un’opera di fantasy dark che, in un crescendo inconsueto e avvincente, cattura e trascina il lettore. Nel 2004 l’opera ha ricevuto il William L. Crawford Award per il miglior romanzo d’esordio e il Ditmar Award per il miglior romanzo. 
William Morris La Fonte ai confini del mondo Collezione immaginario fantasy   17,50 336 Paola Cartoceti The Well at the World's End. Vol. 1

Fanucci Editore riscopre per il pubblico italiano l’opera di William Morris, antesignano della fantasy moderna, precursore di J.R.R. Tolkien, considerato uno dei fondatori del genere.

Nel regno di Upmeads, i figli del re hanno sete di avventure, e il sovrano, dopo mille richieste, accetta infine di lasciar partire tutti tranne il più giovane, Ralph; questi però fugge di nascosto, per dirigersi verso Ulstead. È proprio lì che apprende dell’esistenza della Fonte ai confini del mondo, dove è possibile trovare un’acqua miracolosa in grado di guarire ogni ferita, conquistare l’amore e rendere immortali.
E mentre Ralph si avventura in terre incantate e mutevoli, incontrando il pericolo, la guerra e l’amore, chi legge è letteralmente trascinato nel mondo creato dalla ricchissima immaginazione di Morris, seguendo il lungo viaggio del protagonista, un’impresa geografica e allo stesso tempo spirituale.

Pubblicato per la prima volta nel 1896, La Fonte ai confini del mondo è un’opera cruciale per la fantasy moderna. Morris, infatti, è stato capace di assemblare tutti gli elementi di romanzi mitologici, saghe medioevali, celtiche e nordiche, poemi cavallereschi, testi teosofici e mistici, e trasporli in un genere nuovo, a sé stante: dopo di lui diverrà infatti fondamentale, per la creazione di una vicenda fantastica, l'ambientazione in un mondo e in un tempo immaginario, diversi da quelli del lettore, dove vigono le leggi della magia e dell'irrazionale. 

“La più incantevole tra le ultime opere di Morris… in parte proiezione futuristica, in parte romanzo fantasy, non lontano da quello che sarà lo stile di Tolkien.”
Fiona McCarthy

Acquistabile su IBS

Nato a Walthamstow (nell’Essex) nel 1834 da una ricca famiglia borghese, William Morris fu arredatore, pittore (fu l’iniziatore del movimento preraffaellita), studioso di arti applicate, poeta, traduttore, romanziere e riformatore sociale. La sua profonda conoscenza delle opere classiche, che poneva costantemente a confronto con il tempo nel quale viveva, lo rese un multiforme protagonista della fine dell'Ottocento inglese. Morì nel 1896 a Hammersmith.