Libri di recente o prossima pubblicazione
novembre 2005

(Le informazioni sono state fornite direttamente dalle case editrici o prelevate dalla quarta di copertina)

Fanucci Editore
Acquistabili su IBS

Autore Titolo Collana Codice Prezzo Pagine Traduzione Tit. Originale
Pierre Bordage Il vangelo dello sciamano Collezione Narrativa 8 17,00 464 Fiorella Buzzi L'évangile du serpent

“La società evocata da Bordage assomiglia sorprendentemente alla nostra, tanto le disparità tra mondi diversi di cui narrano i griot celesti riflettono dolorosamente quelle della nostra epoca. Le differenze tra Nord e Sud appartengono non semplicemente alla science-fiction ma a una distopia più amara di quella di George Orwell in 1984. 
Ancora una volta Pierre Bordage si affaccia sul nostro mondo alla deriva e ricerca nel passato un antidoto al male della modernità." 
Gregor Markowitz, l’Humanité Vaï Ka’i, un giovane indiano dell’Amazzonia allevato nella regione francese della Lozère, assurge a carismatica incarnazione della saggezza del doppio serpente, un simbolo sciamanico. Egli predica l’abbandono dei beni materiali e il rispetto della Terra, e compie veri e propri miracoli, tanto che la stampa non tarda a soprannominarlo “il Cristo dell’Aubrac”. L’intensa spiritualità che emana e la portata rivoluzionaria del suo messaggio attraggono folle di seguaci, ma anche il sospetto e l’avversione dei poteri economici e dell’autorità costituita. Risucchiati dal fascino magnetico di Vaï Ka’i, quattro personaggi diversissimi tra loro finiscono per convergere all’interno della sua cerchia e trasformarsi nei quattro Evangelisti chiamati a tramandarne le gesta: Mathias, uno spietato sicario, Marc, un giornalista cinico e disilluso, Lucie, spogliarellista allo sbando, e Yann, studente di sociologia.
Scritto dal punto di vista dei nuovi Evangelisti e costruito per trame parallele, con un montaggio quasi cinematografico, Il vangelo dello sciamano si colloca nella scia della grande tradizione francese del romanzo d’avventura e d’azione, e si propone al tempo stesso come profonda riflessione sui fenomeni che stanno segnando a fondo il nuovo millennio: dalle conseguenze della globalizzazione incontrollata all’insorgere di una nuova religiosità di massa, spesso vissuta davanti agli obiettivi delle telecamere del mondo intero.

Acquistabile su IBS

Pierre Bordage, nato in Vandea nel 1955, ha scoperto la passione per la scrittura negli anni ’70, restando folgorato dalla lettura di Cronache Marziane di Ray Bradbury. Il suo primo romanzo, I guerrieri del silenzio (di prossima pubblicazione nelle nostre collane), è stato insignito del Grand Prix de l’imaginaire nel 1993; nel 1997 ha ottenuto il Prix Tour Eiffel con Wang, e due anni dopo, per Fables de l’Humpur, gli è stato assegnato il Prix Paul Féval de littérature populaire. Scrittore visionario e dotato di capacità narrative fuori dal comune, Bordage è oggi riconosciuto come uno dei piú grandi romanzieri francesi contemporanei. Il vangelo dello sciamano, premiato nel 2001 con il Prix Bob Morane, è il primo volume della trilogia delle Profezie, cui farà seguito L’angelo dell’abisso. 
José Saramago Il più grande fiore del mondo Ragazzi 25 12,50 32 Camilla Cattarulla A maior flor do mundo

Il piú grande fiore del mondo è la storia di un ragazzino che vive in campagna e ama fare lunghe passeggiate. Un giorno trova un fiore buttato via, quasi appassito, e decide di prendersene cura finché, all’improvviso, dopo molte fatiche e premure, la piantina torna a fiorire. 
A quel punto il bambino si addormenta sotto la pianta. Dopo una lunga e disperata ricerca, i genitori lo ritrovano adagiato in terra accanto al fiore, che nel frattempo si è trasformato nel piú grande del mondo.

“Sa combinare magia, mito, e realtà in una potente commistione.” 
Booklist

Acquistabile su IBS

Boston Teran L'abisso della solitudine Collezione dark   16,00 482    

Una banda di criminali ha bisogno di un’esca per un depistaggio. Scelgono John Victor Sully, sceriffo della contea di Los Angeles, gli costruiscono intorno delle prove inconfutabili e, non soddisfatti di screditarlo, mandano la loro killer piú feroce, Dee Storey, insieme alla figlia tredicenne Shay, a ucciderlo. Le due lo seppelliscono nel deserto ma, in qualche modo, l’uomo sopravvive: e non potendo cancellare gli indizi che lo inchiodano, scompare, trasformandosi in un’ombra che si aggira nelle strade di Los Angeles. 
Piú di dieci anni dopo, però, il passato torna a fargli visita, offrendogli la possibilità di vendicare finalmente il suo “assassinio” e riscattare il proprio nome; ma per riuscirci, Sully dovrà fare di nuovo i conti con Dee Storey e soprattutto con Shay, che ora ha venticinque anni e vive schiacciata tra l’ombra minacciosa dei criminali che l’hanno usata come arma e il ricordo indelebile di quell’uomo sepolto nel biancore accecante del deserto. 
Le vite di Sully, Dee e Shay sono dunque destinate a incrociarsi ancora una volta, come nell’ultimo atto di una tragedia in cui tutti, attraverso la violenza, cercano un modo per vendicarsi o, forse, un modo per redimersi nell’abisso della propria solitudine.

“La corona di Jim Thompson, insieme alla sua furia, sembrano essere passate direttamente a Boston Teran, la nuova voce del genere pulp.” 
Dennis Lehane, autore di Mystic River

Acquistabile su IBS

Boston Teram, nato nel sud del Bronx, vive attualmente in California. Oltre a Dio è un proiettile (edito da Mondadori) e L’abisso della solitudine è autore anche di The Prince of Deadly Weapons. Subito apprezzato dalla critica, ha ricevuto nel 1999 il premio Stephen Crane Literary First Fiction ed è stato nominato per l’Edgar Award; nel 2000 ha ricevuto il CWA John Creasey for best first novel e nel 2002 due premi dal Fiction Lovers Association of Japan: per il miglior romanzo dell’anno e per il Crime Novel dell’anno.
J.G. Ballard Tutti i racconti 1969 - 1992 Collezione immaginario 25 18,50 640 Luca Briasco The complete short stories

James G. Ballard, autore di L’impero del sole, Crash, Super-Cannes, Foresta di cristallo e L’isola di cemento, è considerato da molti il maggior scrittore inglese vivente. Con diciassette romanzi pubblicati nell’arco di quarant’anni, da Il mondo sommerso del 1962 a Millennium People, ha imposto nel panorama letterario contemporaneo una visione e una voce originali e dissacratori influenzando generazioni di scrittori e ispirando profondamente altre forme narrative quali il cinema e i fumetti.
Nel corso di tutta la sua vita Ballard ha scritto racconti che sono diventati veri e propri classici della letteratura dell’immaginario, imponendosi come vero e proprio maestro della short-story contemporanea. Raccolti in antologie leggendarie quali La mostra delle atrocità, Vermilion Sands, La zona del disastro, Febbre di guerra, molti di essi anticipano di anni tematiche successivamente sviluppate nei romanzi della maturità, e vi si possono scorgere alcune delle riflessioni piú ardite e dirompenti dello scrittore inglese. Il terzo volume dei racconti di Ballard, pubblicati per la prima volta in tre volumi e in ordine cronologico da Fanucci Editore, chiude un’opera che espone in modo definitivo l’inarrivabile creatività di uno degli scrittori piú rappresentativi del Ventesimo secolo, e del futuro prossimo venturo.

“Il meglio dello scrittore inglese sta […] nel taglio lucido ma partecipe con cui, proprio nei racconti, estrae l’inspiegabile e il futuristico dal quotidiano o, al contrario, insinua nell’esistenza di ogni giorno eventi e presenze inquietanti.”
TTL – supplemento de La Stampa

Acquistabile su IBS

James G. Ballard è nato a Shangai nel 1930. Durante la seconda guerra mondiale viene internato in un campo di prigionia giapponese e alla fine del conflitto si trasferisce in Gran Bretagna. Il primo approccio con la fantascienza avviene negli anni Cinquanta mentre presta il servizio militare in Canada nella RAF.
Ballard ha piú volte dichiarato di ritenere la fantascienza l'unica forma di letteratura possibile nell'età contemporanea. Del 1961 è il suo primo romanzo, Vento dal nulla, cui negli anni sono seguite opere come L’isola di cemento, Condominio, Cocain Nights, fino a Millennium People, del 2003. L'immaginazione di Ballard raggiunge il suo vertice nel campo del racconto, che l’autore definisce “romanzo condensato”: riferimenti artistici, paesaggi desolati, deserti aridi o località balneari in inverno, hangar, aeroporti, autostrade, tutto viene da Ballard polverizzato e ricostruito in una narrativa fortemente simbolica, in cui il surrealismo di Dalí o di Duchamp si fonde a riflessioni filosofiche e sociali. Dalle sue opere sono stati tratti diversi film, tra cui L’impero del sole di Steven Spielberg e Crash di David Cronenberg.
Robert Jordan Il signore del caos Collezione immaginario fantasy 22 25,00 1136 Valeria Ciocci Lord of caos

Ciclo La ruota del tempo Vol. 6

Mentre la ruota del tempo gira, i venti del destino spazzano le terre. Rand al ‘Thor lotta strenuamente per riunire le nazioni in vista dell’ultima battaglia, contro le forze del Tenebroso-, mentre altri oscuri poteri tentano di assumere il controllo delle sue azioni. Dalla Torre Bianca di Tar Valon, guidata dall’Amyrlin Elaida, è stato stabilito che Rand deve essere frenato immediatamente. La siccità e il calore estivo continuano a ritardare l’inizio della stagione invernale, cosí Nynaeve al’Meara e Elayne, l’erede di Andor, cominciano una disperata ricerca del leggendario ter’angreal, che potrebbe conferire loro la facoltà di ripristinare le normali condizioni climatiche.

“Epico e risplendente di magia, il monumentale ciclo di Robert Jordan è tra le opere piú belle della fantasy contemporanea.”
La Repubblica

Acquistabile su IBS

Robert Jordan, il cui vero nome è James Oliver Rigney jr., è nato nel 1948 a Charleston, Virginia. All'età di cinque anni impara a leggere sui libri di Mark Twain e Jules Verne. Si laurea in Fisica presso il Citadel Military College della Carolina del Sud e partecipa alla guerra del Vietnam. Esordisce come scrittore all'inizio degli anni Ottanta, quando riprende il personaggio di Conan il Barbaro di Robert E. Howard. Nel 1990, con L'occhio del mondo, inizia il ciclo della Ruota del Tempo, considerato il suo capolavoro, una delle opere più belle e mature della fantasy contemporanea. La serie, ormai giunta al nono volume, è un best-seller mondiale
Robin Hobb La nave della magia Collezione immaginario fantasy 23 18,50 353 Paola Cartoceti Ship of magic

Non lontano dai Sei Ducati sorge la città di Borgomago, grande centro di scambi commerciali e patria di una nobiltà mercantile famosa per le navi viventi, rari vascelli ricavati da un legno magico, in grado di sviluppare una forma di autoconsapevolezza. Gli antichi mercanti di Borgomago, le cui ricchezze sono state consumate dalle guerre combattute al Nord e dagli assalti dei pirati al Sud, sono ora sotto la minaccia di una nuova classe di mercanti, arroganti e senza scrupoli. L’unica speranza della famiglia dei Vestrit per tornare alla prosperità è la Vivacia, una nave vivente che allevano da tre generazioni. Dopo la morte del vecchio capitano Vestrit, la Vivacia rappresenta per Althea Vestrit la legittima eredità che ingiustamente le verrà negata e che cercherà di rivendicare a qualunque costo; per Wintrow, il giovane nipote del capitano Vestrit, strappato ai suoi studi religiosi e costretto a servire a bordo della nave, è invece una condanna. Per Kyle Haven, il padre di Wintrow, non è altro che uno strumento per risollevare le sorti della sua famiglia e dimostrare il proprio potere.
Intanto, nelle Isole dei Pirati, lo spietato capitano Kennit medita di impadronirsi di una nave vivente e piegarla ai suoi voleri…

“Si preannuncia come una saga straordinaria… I personaggi sono delineati in modo superbo, e Robin Hobb vivifica ogni elemento con l’amore per il mare e la profonda conoscenza di esso.”
Booklist

Acquistabile su IBS

Robin Hobb (pseudonimo di Margaret Lindholm, nota anche come Megan Lindholm agli appassionati di fantasy) è nata in California nel 1952, ed è autrice di tre popolarissime saghe: la Trilogia dei Lungavista, The Tawny Man Series e questo ciclo dei Mercanti di Borgomago di cui La nave della magia è il primo volume. Paragonata a J.R.R. Tolkien e a Ursula LeGuin, Robin Hobb ha antecedenti letterari ben piú remoti. Nel mondo dei Sei Ducati non si trovano tanto creature e popoli fantastici, quanto gli echi di un Medioevo concreto e riconoscibile in cui anche i poteri magici affondano le loro radici nella natura e nel folklore.