Libri di recente o prossima pubblicazione
Febbraio 2002

(Le informazioni sono state fornite direttamente dalle case editrici o prelevate dalla quarta di copertina)

Fanucci Editore  

Autore Titolo Collana Codice Prezzo Pagine Traduzione
Margaret Weis e Tracy Hickman I custodi del passato Nuova ET 20 13,40 520 Paola Cartoceti

I custodi del passato continua il ciclo de La Pietra Sovrana dopo il romanzo Il pozzo dell'oscuritÓ, nella nuova trilogia fantasy di Weis e Hickman che sta ottenendo un grande successo in tutto il mondo.

Sono passati duecento anni da quando l'antica Vinnengael fu distrutta dal potere del Vuoto. Forze oscure continuano ad agire nel continente di Loerem, a volte mascherate dalle apparenze pi¨ inoffensive, spesso rivelate in tutto il loro orrore. E si dice che Dagnarus, Signore del Vuoto, sia ancora vivo, e pronto a scagliare le sue orde disumane in un attacco decisivo contro la rinata Nuova Vinnengael.
Un pugno di eroi riluttanti cerca di opporsi al malefico piano affidandosi a un oggetto potentissimo, in nome del quale le forze della luce e della giustizia sarebbero finalmente in grado di riunirsi e affrontare il nemico: la leggendaria Pietra Sovrana. Attraverso terre sconosciute e affascinanti, costretti a difendersi continuamente dagli attacchi degli orrendi Vrykyl e dai tradimenti dei mortali, i viaggiatori cercano di riunire le porzioni umana ed elfica della Pietra, per riconsegnarle al Concilio dei Signori del Dominio a Nuova Vinnengael. 

Margaret Weis Ŕ nata il 16 marzo del 1948 a Indipendence, nel Missouri. Laureatasi in Lettere nel 1970, inizia a lavorare per la TSR, nota casa editrice di giochi di ruolo, nel 1983, contribuendo a creare Dungeons & Dragons, il primo GdR fantasy di successo. Qui ha conosciuto il suo compagno di scrittura, e ha scoperto il proprio talento per letteratura di immaginazione. Assieme a Tracy Hickman ha dato vita a cicli famosissimi come Dragonlance e Darksword.

Tracy Hickman Ŕ nato a Salt Lake City, nello Utah, il 26 novembre 1955. Dopo una serie disparata di lavori nel 1981 contatta la TSR (una delle principali case editrici di giochi di ruolo) e viene assunto. Qui incontra Margaret Weis, e assieme pubblicano nel 1985 il loro primo romanzo a quattro mani: Le Cronache di Dragonlance. Da allora hanno scritto pi˙ di trenta volumi. I primi due romanzi del solo Tracy, Requiem of Stars e The Immortals, sono stati pubblicati nella primavera del 1996.

Joe R. Lansdale Maneggiare con cura
Il meglio di Joe R. Lansdale
Avantpop 17 14,90 352 Umberto Rossi

Antologia di racconti

Un'America post-apocalittica, che non offre consolazioni e in cui nessuno ha niente da vincere, di cui ridere e vergognarsi allo stesso tempo: Ŕ questo il mondo di Joe R. Lansdale, inventore di storie fuori dall'ordinario

L'antologia definitiva di un maestro dei generi e dell'arte del racconto, compilata a partire da tutte le sue raccolte selezionando assolutamente il meglio. Il grottesco, l'horror, il comico, il pulp, il realismo estremo, la fantascienza, lo humour, tutti i registri di uno scrittore che ha pubblicato pi¨ di venti romanzi e duecento racconti brevi, un bizzarro ed incontrollabile incrocio tra Mark Twain e Stephen King, Jim Thompson e Ambroce Bierce, definito da Robert Bloch "un narratore nato" e dalla New York Times Book Review "uno scrittore con l'innata capacitÓ di saper raccontare storie con folcloristica dovizia di dettagli e incomparabile senso del ritmo".

"Bisogna leggere Joe Lansdale per scoprire la genialitÓ di un vero scrittore"
Andrew Vachss

"Lansdale possiede un talento immensoů ha qualcosa di speciale, e non si pu˛ proprio ignorarlo"
Booklist

Joe R. Lansdale Ŕ cresciuto come uomo e scrittore in Texas, ed Ŕ assolutamente un texano D.O.C. Al riguardo ha affermato: "Il Texas (e quindi la sua gente) identifica perfettamente il termine 'americano' nell'immaginario collettivo mondiale. Niente rappresenta meglio del Texas lo spirito indipendente, l'attitudine positiva e la voglia di fare degli americani". In Italia Einaudi ha pubblicato La notte del drive-in e Il mambo degli orsi. Nel 2001 Lansdale Ŕ stato ospite della Fiera del Libro di Torino.
Robert Coover Il gioco di Henry Collezione Immaginario 6 12,90 256 Gino Scatasta

Henry ha un buon lavoro da contabile, ama la musica country, frequenta i bar e corteggia le cameriere, e pu˛ concedersi una bevuta di tanto in tanto. Nella sua vita, per˛, c'Ŕ una sola profonda ossessione: giocare. Ha inventato una simulazione del baseball con dadi e tabelle, in grado di riprodurne i meccanismi, il magico bilanciamento di azione e strategia, forza fisica ed eleganza, attacco e difesa. Ogni sera Henry si trasforma nel proprietario della Universal Baseball Association, e proietta nella sua mente i fuori campo e le urla dello stadio, i giovani atleti e le loro gesta. CosÝ, in qualche modo, la sua vita si infiamma, l'emozione si fa strada nella noia quotidiana, e il contabile si scopre capace di creare storie e personaggi, di vivere conflitti e amori, rimanendo in miracolosa sospensione tra il reale e l'immaginario. Fin quando nel campo di gioco, e nel dominio della fantasia, non fa il suo ingresso la morte, annunciata da un tiro dei dadi.

Pubblicato originariamente nel 1968, Il gioco di Henry Ŕ una storia esemplare, dolorosa e pungente, comica e appassionata, che ha anticipato con letteraria sensibilitÓ l'invasione del virtuale e della finzione nella vita contemporanea.

"L'opera di Coover occupa da tempo una posizione di grandissimo rilievoů Affronta i suoi romanzi con un'energia linguistica quasi allarmante, una ricchezza e originalitÓ di vocabolario che ricorda Burgess e un amore feroce per tutto ci˛ che Ŕ comico e grottesco."
Salman Rushdie

"Coover Ŕ uno dei maestri del romanzo americano contemporaneo. L'esuberanza tumultuosa e babelica della sua mente Ŕ alimentata e orientata da una devozione all'arte non meno appassionata. DÓ l'impressione che nulla sia fuori della sua portata."
The New York Times Book Review

Robert Coover Ŕ nato a Charles City, Iowa, il 4 febbraio del 1932. Il suo romanzo di esordio vinse nel 1966 il William Faulkner Award. Da allora Ŕ uno dei pi˙ ammirati e studiati autori contemporanei statunitensi, compagno di strada di Thomas Pynchon, Don DeLillo e Kurt Vonnegut, e il suo impatto sulla fiction del dopoguerra Ŕ stato profondissimo. Tra le sue opere tradotte in Italia si ricordano Un campione in tutte le arti (Guanda), Una serata al cinema (Feltrinelli), La babysitter (Guanda). Il gioco di Henry Ŕ considerato da un critico come Tom LeClair "il pi˙ innovativo romanzo americano del dopoguerra".

Teo Mora Storia del cinema dell'orrore
Secondo volume
Storia del cinemaHorror 2 18,00 272  

Dopo oltre venti anni dalla prima pubblicazione esce la nuova edizione della Storia del cinema dell'orrore di Teo Mora, completamente aggiornata nei primi volumi e inedita nei successivi. La produzione horror dagli esordi del genere a oggi viene analizzata attraverso i singoli film, le case di produzione, i registi e gli interpreti, con uno sguardo globale e un approccio comparativo, che include film di tutto il mondo.

Questo secondo volume affronta il periodo da 1957 al 1966, e analizza la produzione americana, inglese e italiana che in questi anni offre momenti fondamentali per l'evoluzione del genere come la produzione di Terence Fisher per la Hammer e l'opera di Roger Corman con le sue riscritture da Edgar Allan Poe, l'originale approccio italiano al genere con i film di Riccardo Freda e Mario Bava.
Completano l'opera le schede filmografiche e le biografie di attori, registi e sceneggiatori.

Teo Mora Ŕ professore di Algebra presso il dipartimento di Informatica e Scienze dell'Informazione dell'universitÓ di Genova, ed Ŕ uno dei maggiori esperti di cinema dell'orrore. La prima edizione dell'opera (Fanucci 1976), esaurita da quindici anni, Ŕ considerata la pi˙ autorevole guida al genere mai pubblicata in Italia.