Libri di recente o prossima pubblicazione
Marzo 2002

(Le informazioni sono state fornite direttamente dalle case editrici o prelevate dalla quarta di copertina)

Fanucci Editore  

Autore Titolo Collana Codice Prezzo Pagine Traduzione
Greg Bear Il risveglio di Erode Collezione Immaginario Solaria   15,90 550 Maurizio Nati

Un thriller sull'evoluzione della razza umana Vincitore nel 2001 del premio Nebula

Nel futuro guarderemo alla razza umana come oggi guardiamo ai dinosauri

Antiche malattie codificate nel DNA umano aspettano come draghi addormentati il momento del risveglio, per tornare a essere pericolose. Una brillante e giovane biologa, Kaye Lang, ne Ŕ convinta, e ora tutto fa pensare che la sua controversa teoria possa essere una terrificante realtÓ.
Christopher Dicken, un 'cacciatore di virus', ha scoperto una forma influenzale che colpisce le madri in attesa e i loro figli, come in una nuova strage degli innocenti. Poi una notizia giunge dalle Alpi, il ritrovamento dei corpi ancora conservati di una famiglia preistorica, forse la scioccante conferma di una possibilitÓ: qualcosa che ha dormito nei nostri geni per milioni di anni si sta finalmente risvegliando.
Quando la diffusione di questa apparente malattia, chiamata il 'Morbo di Erode' minaccia di trasformarsi in una vera e propria pestilenza, esplode il disagio sociale: misoginia diffusa, intolleranza, contestazione, scontri di piazza, misure repressive, legge marziale... Dicken e Lang dovranno mettere assieme il puzzle in cui si cela il disegno di una possibile evoluzione della razza umanaů se vi sarÓ ancora, in futuro, la razza umana.

"Che idea meravigliosa e terrificante: un aggiornamento dell'uomo! Un romanzo davvero superbo"
Anne McCaffrey

Greg Bear Ŕ nato a San Diego nel 1951, e ha pubblicato il suo primo romanzo, Egira, nel 1979. Nel corso degli anni ha scritto altri sedici romanzi e due raccolte di racconti, tradotti in tutto il mondo. Ha fatto inoltre parte dell'antologia-manifesto del cyberpunk, Mirroshades, e ha vinto due premi Hugo e cinque Nebula. ╚ considerato uno dei maestri della fantascienza contemporanea.

Terry Goodkind La spada della veritÓ
Terzo volume
Nuova Economica Tascabile
Fantasy
  14,50 745 Nicola Gianni

Contiene i due romanzi:
La Stirpe dei Fedeli e L'Ordine Imperiale

La Spada della VeritÓ Ŕ uno dei cicli fantasy pi˙ amati e seguiti nel mondo. Immenso per ambientazione e sviluppo narrativo, il ciclo ha ottenuto il favore della critica e degli appassionati, suscitando confronti con le opere classiche di Robert Jordan e J.R.R. Tolkien. Questo terzo volume de La Spada della VeritÓ raccoglie i romanzi La Stirpe dei Fedeli e L'Ordine Imperiale, continuando l'entusiasmante epopea di Richard e Kahlan nella loro lotta contro il potere fatale e irresistibile del male.

Richard ha deciso di raggiungere l'amata Kahlan, regina della Galea, che sta tornando verso Ebinissia con l'intenzione di ricostruirla per poi governare la sua nuova patria. I piani di Richard vengono per˛ sconvolti dall'entrata in scena di due temibili nemici, alleati tra loro: si tratta dell'Ordine Imperiale, l'esercito guidato dal misterioso Jagang, che vuole sottomettere il mondo intero, e della Stirpe dei Fedeli condotta dal generale Tobias Brogan, un uomo che odia la magia al punto di volerla estirpare per sempre, poichÚ la considera il mezzo con il quale il Guardiano del mondo sotterraneo influenza il mondo dei viviů

"Credo davvero che quest'opera sarÓ un evento, come Il signore degli anelli negli anni Sessanta."
Marion Zimmer Bradley

"Un'opera fantasy fenomenale, di grande inventiva, che rivela senza ombra di dubbio uno dei maestri di questo genere letterario."
Piers Anthony

"Un romanzo pieno di azione e di personaggi affascinanti, inventivo in modo sempre intelligente e originale."
Booklist

Terry Goodkind Ŕ nato a Omaha, Nebraska, nel 1949. Pur soffrendo di una rara forma di dislessia Goodkind ha fatto i mestieri pi˙ disparati e stravaganti, coltivando allo stesso tempo la sua passione per la pittura, che lo ha portato a inserire alcuni disegni all'interno dei suoi libri. Nel 1983 si Ŕ trasferito nel Maine, dove ha iniziato a creare i personaggi e le trame del ciclo fantasy che lo ha reso celebre in tutto il mondo, La Spada della VeritÓ. Il debutto di Goodkind Ŕ stato accolto da uno strepitoso successo, forse senza precedenti nel mondo della fantasy. L'Assedio delle Tenebre, La Profezia del Mago, Il Guardiano delle Tenebre, La Pietra delle Lacrime, La Stirpe dei Fedeli, L'Ordine Imperiale, La profezia della luna rossa e Il Tempio dei Venti sono diventati best-seller internazionali. L'intero ciclo viene pubblicato in Italia in esclusiva dalla Fanucci Editore.
Philip K. Dick Confessioni di un artista di merda Collezione Dick   14,40 282 Maurizio Nati

Scritto nel 1959 e pubblicato nel 1975, Confessioni di un artista di merda Ŕ uno dei romanzi di Dick che non affronta temi fantascientifici, e in cui pi˙ si evidenzia quell'atmosfera sospesa tra il dramma e il divertimento surreale tipica delle sue opere migliori. Con una galleria di personaggi magnificamente dipinti, lo scrittore ci porta nella California della fine degli anni Cinquanta, dove si muovono quattro grandi protagonisti: Fay Hume, una donna bella, aggressiva e materialista; il marito Charles, un self-made man che possiede una casa di lusso e una proprietÓ di dieci acri, totalmente incapace di rapportarsi con la moglie; Nathan Anteil, un giovane e smarrito intellettuale; infine il fratello di Fay, Jack Isidore, l'artista del titolo, il personaggio pi˙ affascinante del romanzo. Jack Ŕ un collezionista di vecchie riviste di fantascienza, crede negli UFO, in Atlantide, nella Terra Cava, nelle percezioni extrasensoriali e nell'imminente fine del mondo. ╚ un personaggio che affronta la vita a modo suo, con una fede caparbia e soprattutto poetica, sancita nel memorabile incipit: "Io sono fatto d'acqua. Non ve ne potete accorgere perchÚ faccio in modo che non esca fuori. Anche i miei amici sono fatti d'acqua. Tutti quanti. Il nostro problema Ŕ che non solo dobbiamo andarcene in giro senza essere assorbiti dal terreno ma, anche, che dobbiamo guadagnarci da vivere". Isidore Ŕ davvero, come in seguito lo descrisse Dick, "uno degli stupidi amati da Dio", 'eroe' di un toccante romanzo in bianco e nero che anticipa una sensibilitÓ che oggi ritroviamo in film come L'uomo che non c'era dei fratelli Coen, in cui un'epoca, quella del delicato tramonto degli anni Cinquanta, viene riscoperta attraverso lo smarrimento sbigottito dell'individuo di fronte alla Storia e alla vita.

Autori vari La leggenda della nave di carta
Racconti di fantascienza giapponese
Collezione Immaginario Solaria   12,90 256 Ilaria M. Orsini

Non bisogna stupirsi se il Giappone vanta una rigogliosa produzione fantascientifica, che si pu˛ far risalire almeno alla seconda metÓ dell'800, quando, con l'apertura del paese all'influsso delle culture occidentali, sia Jules Verne che H.G. Wells si affacciano sulla scena letteraria del Sol Levante. Eppure per la maggior parte di noi la fantascienza giapponese si riassume nell'immagine di Godzilla e in quella di mostri bizzarri o di supereroi meravigliosi, mentre in Giappone queste creazioni sono di norma intese per un pubblico di bambini e di giovanissimi. La vera fantascienza giapponese, come la letteratura fantastica, ha radici ben pi˙ lontane, che affondano nella tradizione delle leggende e dei miti. Questa raccolta presenta al pubblico italiano gli esempi pi˙ significativi e originali di letteratura 'speculativa' prodotta nel paese dagli anni '60 in poi, a partire dal drammatico atto di fondazione dell'immaginario fantascientifico giapponese del dopoguerra, il bombardamento atomico di Hiroshima e Nagasaki, qui rappresentato da alcune testimonianze di sopravvissuti. Fra gli scrittori dell'antologia vi sono 'i tre grandi' della fantascienza giapponese, ossia Ryo Hanmura, Shinichi Hoshi e Sakyo Komatsu, poi Kobo Abe, con il suo caratteristico tocco kafkiano, e Tetsu Yano, di cui si ricorda l'attivitÓ nel fandom giapponese in collaborazione con Takumi Shibano, curatore della leggendaria fanzine Uchujin, pubblicata per la prima volta nel 1957. Nelle loro opere sono presenti riferimenti precisi all'epoca del militarismo degli anni '30 e '40, vengono sollevate questioni importanti come l'impatto della rapida modernizzazione, l'inquinamento dell'ambiente, i pericoli di una cultura insulare, il mito della superioritÓ razziale, fino a visioni che coinvolgono l'identitÓ sessuale e la possibilitÓ di un'apocalisse prossima ventura.

Andreas Eschbach Miliardi di tappeti di capelli Collezione Immaginario Solaria   9,90 320 Robin Benatti

Da tempo immemorabile, in un mondo lontano, alcuni uomini tessono tappeti annodando i lunghi capelli delle figlie e delle consorti. Nel corso della vita ogni tessitore porta a termine un solo tappeto, e l'arte viene trasmessa in ereditÓ dal padre al discendente maschio, fin dall'inizio della Storia. I tappeti, miliardi di tappeti, sono destinati all'imperatore divino, suprema autoritÓ del cosmo, per adornare il suo palazzo. Ma qualcosa sta cambiando: giungono voci inquietanti, forse dei ribelli hanno osato sfidare l'imperatoreů Il dubbio si insinua in una societÓ arcaica e immobile, e una realtÓ nuova si appresta a lacerare costumi e tradizioni immutabili.

"Questa Ŕ la storia del tessitore di capelli.
Se non l'avete ancora letta, non posso promettervi che l'amerete. E neppure che vi piacerÓ.
Posso solo fare una promessa: non la dimenticherete, mai."
Andreas Eschbach

"Costruito con notevole capacitÓ compositiva, questo mondo di futuri deserti e di vie carovaniere affascina per il richiamo alle nostre pi˙ antiche epopee"
L'indice dei libri del mese

Nuova stella della fiction tedesca, autore di romanzi sempre diversi l'uno dall'altro, maestro di intrecci dallo stile brillante e calcolato, Andreas Eschbach ha vinto premi nazionali e internazionali, tra cui il Grand prix de l'Imaginaire con Miliardi di tappeti di capelli, ed Ŕ diventato un autore di immenso successo con Jesus Video (Fanucci 2002), che ha scalato le classifiche tedesche. Il suo recentissimo Eine Billion Dollar ha confermato l'originalitÓ dell'autore, e la sua capacitÓ di affascinare il pubblico. David Hartwell ha scritto di lui: "La fantascienza tedesca ha prodotto di recente almeno un nuovo scrittore di livello mondiale, Andreas Eschbach" (The New York Review of Science Fiction), e Jacques Badou, su Le Monde, ha commentato: "L'apparizione di un'opera tanto compiuta e notevole come Miliardi di tappeti di capelli ha l'effetto di un'esplosione, del tutto paragonabile all'arrivo di Valerio Evangelisti".

Iain M. Banks Pensa a Fleba Collezione Immaginario Solaria   15,40 516 Roldano Romanelli

Il primo romanzo della Cultura

Con questo romanzo lo scrittore scozzese Iain Banks, con la sua 'M' d'occasione, ha debuttato nel genere fantascientifico e ha iniziato a tessere il magnifico arazzo della Cultura, un'utopia futura di macchine e umani, una societÓ dove il divertimento quotidiano si accompagna a una visione di civiltÓ, in una delle proiezioni letterarie dell'immaginario contemporaneo pi˙ ispirate, ambiziose e riuscite.

La guerra infuria nella galassia. Miliardi di macchine distrutte, miliardi di esseri sconfitti, condannati a un destino senza illusioni. I pianeti, le lune, i soli assistono all'avvento di una violenza fredda e brutale, priva di qualunque ordine razionale. Gli Idirani combattono per la propria religione, i loro antagonisti, la Cultura per un diritto morale all'esistenza. ╚ lo scontro di due differenti visioni del mondo. Nessuno dei contendenti pu˛ arrendersi, senza compromettere la propria natura.
Nel cuore del conflitto cosmico si svolge una crociata individuale. Una Mente della Cultura (una vasta e potente intelligenza artificiale) si Ŕ nascosta in un mondo leggendario e inaccessibile, ed Ŕ ricercata da entrambe le fazioni. SarÓ Horza, spia e mercenario, a doverla trovare, sfidando la civiltÓ e la barbarie che colmano l'universo, per volgere lo sguardo all'ambiguo miracolo della tecnologia e al miraggio crudele della condizione umana.

Gentile o Giudeo
Tu che giri la ruota e volgi lo sguardo al vento,
Pensa a Fleba, che un tempo era bello e alto come te
T.S. Eliot, La terra desolata

"Banks Ŕ un fenomeno: autore di romanzi geniali e inquietanti di grande successo, dotato di una creativitÓ senza limiti, Ŕ ugualmente a suo agio in una fantascienza di inconsueta eleganza e rabbiosa energia"
William Gibson

Iain Banks, nato a Dunfermline, in Scozia, il 16 febbraio 1954, ha esordito nel 1984 con un romanzo controverso e di grande successo, La fabbrica degli orrori (Fanucci-Phoenix, poi Guanda), ed Ŕ oggi considerato uno dei maggiori autori scozzesi viventi. Laureato in letteratura inglese alla Stirling University, Banks ha lavorato nell'industria statale inglese dell'acciaio, un ambiente che ha influenzato il suo primo romanzo, e poi, tornato in Scozia, per l'IBM. A metÓ degli anni Ottanta inizia a dedicarsi alla scrittura di genere fantascientifico, differenziando la propria firma ponendo, tra Iain e Banks, una 'M.' che sta per Menzies, antico nome di famiglia. Con Pensa a Fleba Banks avvia la serie dei romanzi della Cultura, un mondo utopico ricco di ambiguitÓ, che offre all'autore la possibilitÓ di tracciare affascinanti scenari fantascientifici e al tempo stesso di commentare satiricamente la nostra realtÓ. L'ultimo di questi romanzi Ŕ Look to Windward, di prossima pubblicazione nella Collezione Immaginario Solaria, che ospiterÓ tutti i romanzi della Cultura. Tra le opere di Banks non di genere pubblicate in Italia vi sono Corpo a corpo (Guanda), Canto di Pietra e ComplicitÓ (TEA).

Mary Gentle Ash
Una storia segreta
Libro secondo
Libro d'oro   14,50 366 Nicola Gianni

Esiste un medioevo a noi sconosciuto in cui nulla Ŕ come dovrebbe essere. Imperi ed eserciti, sovrani e guerrieri, magia e tecnologia, nazioni e rivalitÓ, tutto Ŕ differente, tutto Ŕ possibile. In questo tempo occulto Ŕ vissuta Ash, la guerriera.

Ash Ŕ il caso fantasy di questi anni: una serie di quattro romanzi che si candida a diventare una pietra miliare della letteratura fantastica contemporanea, in grado di fondere la narrazione storica e l'invenzione speculativa, i dettagli minuti dell'epoca medievale e la profonditÓ delle scoperte della cosmologia contemporanea, l'erudizione e l'avventura, il thriller e l'epica.

Vincitore nel 2001 del premio per il miglior romanzo della British Science Fiction Association
Finalista del premio Arthur C. Clarke 2001

Uno studioso del XXI secolo, Pierce Ratcliff, ha scoperto un Medioevo che non conosciamo. ╚ un mondo di Visigoti che occupano Cartagine con robot di ceramica, dominato da una religione del Cristo Verde, ed Ŕ il mondo in cui vive Ash, la guerriera, giovane capitano di una truppa di mercenari. 
In questo secondo capitolo Ash viene assoldata dal conte di Oxford: prima di impiegare la compagnia del Leone Azzurro nella guerra civile tra gli York e i Lancaster che infiamma l'Inghilterra, il conte decide di aiutare Carlo, il sovrano della Borgogna, il regno pi˙ potente e prosperoso d'Europa, contro i Visigoti. Tale decisione porterÓ Ash a indagare sul suo passato, sulla vita del 'padre', Leofric, e sulla vera natura del Golem di Pietra, dietro il quale si annida una minaccia ancora pi˙ infida e pericolosa dei Visigoti stessi.

Mary Gentle Ŕ una delle maggiori e pi˙ originali scrittrici di fiction inglese. Nata nel 1956, ha pubblicato il suo primo romanzo nel 1977. Il ciclo di Orthe (1983-87, due romanzi) ha conquistato l'attenzione della critica, grazie all'erudizione storica e alla capacitÓ dell'autrice di fondere assieme la riflessione e l'intrattenimento, l'atmosfera fantastica e l'estrapolazione pi˙ rigorosa. La fase successiva della carriera di Mary Gentle Ŕ il risultato dei suoi studi di storia rinascimentale, e ha dato vita al ciclo di White Crow, composto di due romanzi e alcuni racconti lunghi (usciti tra il 1991 e il 1994). Negli ultimi anni Gentle si Ŕ dedicata completamente all'immenso e ambizioso Ash, giudicato dalla critica uno dei cicli di letteratura fantastica pi˙ originali e riusciti degli ultimi anni.

Alexander Jablokov Viaggio di luce Solaria   5,10 384 Maurizio Nati

Nel ventunesimo secolo undici razze extraterrestri si sono stabilite nel nostro sistema solare, a volte interagendo con gli umani o all'opposto ignorandoli completamente, del tutto presi dai loro scopi enigmatici. Hanno raggiunto il nostro universo grazie a motori stellari pi˙ veloci della luce, i deepdrive, progettati per autodistruggersi dopo l'uso. Senza questi motori, l'umanitÓ non ha modo di attraversare l'immensitÓ del cielo, o di competere alla pari nella comunitÓ galattica.
Poi un disertore alieno naufraga su Venere, e un gruppo di mercenari decide di liberarlo per impossessarsi delle sue conoscenze, e in particolare del deepdrive. Ma non vi sono risposte facili, solo una densa cortina di inganni, segreti e bugie, dove nessuno Ŕ come sembra ed Ŕ difficile capire chi Ŕ il cacciatore e chi la preda.

Nato nel 1956, Alexander Jablokov ha esordito con Scolpire il cielo (Solaria 8, agosto 2000) del 1991, subito accolto da un notevole successo di critica e pubblico. Viaggio di luce Ŕ il suo ultimo romanzo, e ha confermato la sua fama di autore molto dotato dal punto di vista letterario e dell'invenzione fantastica.