Libri pubblicati nel Marzo 2000

(Le immagini di questa pagina sono copyright © della Editrice Nord e quindi disponibili solo per uso privato.)

(Le informazioni sono state fornite direttamente dalle case editrici o prelevate dalla quarta di copertina)

Editrice Nord

 

Autore Titolo Collana Codice Prezzo Pagine Traduzione
Damien Broderick Sull'orlo del ciclone Cosmo Argento CA307 22.000 246 Luca Albert Landoni
  Alf Dean Djanyagirnji è un antropologo che non ha affatto dimenticato la saggezza tribale dei suoi antenati. Insieme al nipote, un ragazzo autistico che tutti chiamano Mouse, esplora le zone selvagge dell’Australia Centrale in cerca del mitico Serpente dell’Arcobaleno, ovvero di quelli che egli ritiene i resti fossili di una creatura del Cretaceo. Dentro una caverna decorata con antiche pitture aborigene, Alf e il ragazzo scoprono però qualcosa di ben più inaspettato: un manufatto alieno, un portale luminoso che li trasporta istantaneamente a centinaia di chilometri di distanza in un’altra caverna nel cuore di Ayers Rock, una delle meraviglie naturali del continente australiano. Alf è stordito, mentre invece per uno strabiliante effetto i processi mentali di Mouse accelerano: il ragazzo riacquista la parola e scopre nuovi insospettati poteri. Ma è subito chiaro che i due non sono i soli a essersi imbattuti nel mistero, preceduti infatti da scienziati e militari di varie potenze, tutti estremamente interessati a un’enigmatica presenza extraterrestre che risale a un’epoca remota... È l’inizio di un’emozionante avventura fra esperienze extracorporee e l’incubo di nuove apocalissi, dove le frontiere della scienza sfumano nei meandri dell’inconscio collettivo e in una sapienza arcana popolata da creature mitiche.
Damien Broderick è uno dei più noti e famosi scrittori australiani di fantascienza. Nato nel 1944 ha cominciato a scrivere professionalmente nel 1963, pubblicando a partire dal 1970 una serie di romanzi di indubbia forza e originalità, Sorcerer’s World, Sull’orlo del Ciclone (The Dreaming Dragons,che qui presentiamo), The Judas Mandala, The Black Grail, Striped Holes, fino al recente The White Abacus, tutti pubblicati in Australia, Inghilterra e Stati Uniti. Instancabile promotore della fantascienza australiana, ha curato ben tre antologie di racconti con una scelta dei migliori autori del suo paese.
Giornalista, critico, saggista, si è distinto per la natura eclettica dei suoi interessi intellettuali, dalla teoria letteraria ai fenomeni del paranormale, dalla linguistica alla divulgazione scientifica, con vari libri di successo (tra cui un ammirevole saggio sui rapporti tra fantascienza e letteratura postmoderna).
David Gemmell La saga della regina guerriera delle Highland Narrativa CN136 30.000 557 Nicola Gianni e Luca Landoni
  Questo libro contiene i due romanzi che compongono la saga della Regina delle Highland:
LA REGINA GUERRIERA
LA REGINA DELLE HIGHLAND

David Gemmell ci conduce nel mondo delle Highland, con una delle sue classiche e coinvolgenti saghe guerriere, nella tradizione dell’indimenticabile
Saga dei Drenai.
Colden Moor: ecco un nome che gli abitanti delle Highland non si sarebbero più dimenticati. Perdere quella battaglia aveva voluto dire perdere anche l’indipendenza e con essa la libertà. Ora il popolo delle terre alte era costretto a piegare il capo e a soffrire sotto il tallone dell’invasore straniero.
Anche la dinastia di sovrani che legava direttamente il trono delle Highland ad alcuni dei più celebri eroi e gloriosi condottieri del passato era stata spazzata via. Di tutta quella gloriosa famiglia restava un’unica discendente: una ragazza di neppure vent’anni.
Ma il sangue dei leggendari capi di un tempo ruggiva nelle vene di Sigarni. Odiata dai conquistatori e anche da qualcuno del suo popolo, libera e fiera, cacciatrice, guerriera, amante, la giovane principessa non sembrava tuttavia in grado di offrire alla sua gente nessuna opportunità di riscatto: ma quando il sangue chiama gli eroi tornano persino dalla morte!
Gli invasori non lo sapevano ancora, ma già le prime profezie cominciavano a intrecciarsi intorno ai fuochi: la figlia di Manodiferro avrebbe risollevato gli stendardi caduti e guidato il suo popolo a un’epica riscossa.

Kristine Kathryn Rusch La sfida Narrativa CN137 30.000 478 Pierangeli Rita Botter
  Continuando la brillante epica iniziata con "Il Sacrificio" il nuovo romanzo della "Saga dei Fey" tesse una storia affascinante, popolata di personaggi straordinari su uno sfondo intrigante di tradimenti e complotti.

Negli anni successivi all’invasione dei Fey, nell’Isola Blu regna una pace precaria. Il matrimonio tra Nicholas e la nipote del re dei Fey, Jewel, non è servito a creare una autentica unità tra i due popoli come avevano sperato. Ma c’è di peggio: il loro primogenito che nelle speranze di Nicholas e di Jewel doveva convincere i Fey e gli isolani ad accettare l’unione, viene considerato dalle due razze come un presagio di malaugurio. Jewel tuttavia non è al corrente della verità, poiché il ragazzo non è il loro vero figlio: Sebastian è stato sostituito e portato nella roccaforte incantata del Regno delle Ombre, dove Rugar spera di potersi avvalere dei poteri del ragazzo per portare a termine la conquista che aveva iniziato. Il rapimento è solo il primo dei tradimenti che indebolirà la fragile alleanza e minaccerà la sopravvivenza di entrambi i popoli.

Kristine Kathryn Rusch, ha al suo attivo una ventina di romanzi, sia firmati con il suo nome, che con pseudonimo di Sandy Schofield. Ha vinto il "Premio Hugo", il "Premio Locus", ed è stata più volte finalista di prestigioni premi come il Nebula, lo stesso Hugo, il World Fantasy e lo Stoker.
La Rusch ha alle spalle una carriera come editor della famosa rivista Magazine of Fantasy and Science Fiction e nel 1994 ha vinto il "Premio Hugo" per il suo lavoro di editing. Inoltre, per i suoi manuali di scrittura creativa scritti in collaborazione con Dean Wesley Smith ha vinto il Premio Locus per il miglior testo di "non-narrativa".
William Gibson Neuromante Libri Mito LM4 19.900 253 Giampaolo Cossato & Sandro Sandrelli
  Immaginate un futuro alla Bladerunner, non molto lontano dal nostro presente, un mondo di cupa delinquenza e di elevata tecnologia, di droghe e computer, di traffico nero di organi umani, di trapianti e di sfrenata ricchezza, di popolosi quartieri dove si aggira il più squallido sottobosco umano, un mondo di cyborg e di tetre strade notturne, di fatiscenti metropoli illuminate da un cielo grigiastro per le colorate luci al neon e gli ologrammi dei locali malfamati.
In questo mondo si muove Case, che un tempo era stato il miglior "cowboy" d’interfaccia, un uomo che con la mente riusciva a entrare e muoversi nell’incredibile mondo delle matrici dei computer, nel "cyberspazio", dove la sua essenza disincarnata frugava nelle banche-dati delle ricchissime corporazioni che dominavano la Terra e rubava le informazioni richieste dai suoi mandanti. Ma poi Case aveva commesso il classico errore: aveva cercato di rubare anche ai suoi mandanti, di tener per sé parte del bottino. E, scoperto, era stato vittima di un destino cui avrebbe preferito la morte. Il suo sistema nervoso era stato danneggiato in maniera tale che non avrebbe più potuto entrare nel misterioso e bellissimo mondo del "cyberspazio". Ma forse Case aveva ancora un’altra possibilità, e stava soltanto a lui sfruttarla a dovere...
Un romanzo magnifico e avvincente, che unisce in maniera splendida un’accurata estrapolazione sociale e tecnologica a una incredibile serie di personaggi dipinti con maestria e con uno stile vivido e immediato, da uno scrittore che ha già conquistato il pubblico d’oltreoceano e che con la vittoria del Premio Hugo e entrato nell’olimpo dei nuovi "Grandi" della fantascienza mondiale.
William Gibson, vincitore con questo suo primo romanzo di tutti i massimi allori fantascientifici (premio Hugo, premio Nebula, premio in memoria di Philip Dick), viene considerato il più dotato di talento tra i nuovi scrittori del campo. Le sue storie vivide e avvincenti, dal passo rapido e sicuro, scritte in uno stile chiaro e moderno, intenso ed estremamente visuale, hanno già creato una vera e propria scuola narrativa e influenzato altri giovani autori. Il mondo in cui si svolgono tutte le sue vicende, una Terra non molto distante nel nostro futuro, è un mondo sofisticatissimo di computer e di alta tecnologia, ricco di fascino e di personaggi loschi e straordinari, che ricorda l’ambientazione cupa e surreale delle opere di Dick e soprattutto l’atmosfera di film come Bladerunner.
Neuromante (1984), è un Libro-Mito della moderna narrativa d’anticipazione e su di lui la critica ha scritto fiumi di parole elogiative, poiché, come tutti i grandi romanzi, può essere letto a numerosi livelli di interpretazione.


Pagina Principale Computers s.r.l.