Libri pubblicati in Maggio 2003

(Le immagini di questa pagina sono copyright © della Editrice Nord e quindi disponibili solo per uso privato.)

(Le informazioni sono state fornite direttamente dalle case editrici o prelevate dalla quarta di copertina)

Editrice Nord

 

Autore Titolo Collana Codice Prezzo Pagine Traduzione
Katharine Kerr Il drago di fuoco Narrativa Nord CN171 16,00 448  
Autrice della "Saga di Deverry"

Un nuovo romanzo del ciclo "L'immagine del drago"


Sotto il sole, le scaglie del drago scintillavano di un colore fra il nero e il verde, con una sfumatura ramata intorno alla testa massiccia e agli artigli, e le sue ali proiettavano un'ombra via via sempre più ampia sulla piazza sottostante. Vicino al pozzo, la gente prese a urlare. Ma quando il drago si librò su Niffa, la ragazza protese una mano in un segno di pace. Allora l'immensa creatura tornò a prendere quota con un possente colpo d'ali, allontanandosi...

Le guerre civili che hanno insanguinato la terra di Deverry e la Città Santa si sono concluse, lasciando dietro di sé morte e desolazione e gettando lunghe ombre inquiete sul futuro. Mentre il Principe Maryn, tra mille ostacoli, reclama il titolo di re e Lilli - la giovane apprendista dello studio del dweomer - minaccia di ridare vita a una maledizione che soltanto lei può annullare, a Cerr Cawnen, la cittadella annidata all'ombra di un vulcano, giunge un gruppo di uomini del Popolo dell'Ovest, guidati dalla maga Dallandra e protetti da Rhodry Maelwaedd nonché da un possente drago. Ma quando a Cerr Cawnen arrivano anche i Fratelli dei Cavalli, nemici giurati del Popolo dell'Ovest e devoti alla maga Raena, l'odio secolare fra Raena e Rhodry esplode in tutta la sua violenza, mettendo a repentaglio la città e ogni suo abitante. Soltanto Dallandra ha i poteri necessari per impedire la catastrofe, tuttavia il sacrificio che quel suo intervento richiede è pericoloso oltre ogni dire...
 
Katharine Kerr è nata a Cleveland (Ohio). Appassionata da sempre di cultura celtica, decise di dedicarsi alla narrativa a seguito di quello che lei stessa ha scherzosamente definito "un dono fatale", cioè un gioco di ruolo, ambientato in un universo fantasy, che la appassionò e la convinse a mettere sulla carta le storie che la affascinavano. Da allora - era il 1979 - ha scritto numerosi romanzi e racconti, anche di fantascienza, raggiungendo il successo internazionale con la "Saga di Deverry", composta inizialmente da otto romanzi - La lama dei druidi, L'incantesimo dei druidi, Il destino di Deverry, Il drago di Deverry, Il tempo dell'esilio, Il tempo dei presagi, I giorni del sangue e del fuoco e Il tempo della giustizia - cui si sono aggiunti, di recente, i tre romanzi del ciclo "L'immagine del drago": Il grifone rosso, Il corvo nero e Il drago di fuoco, che confermano la sua straordinaria conoscenza del mondo celtico, la sua particolare cura nella definizione psicologica dei personaggi e la sua strabiliante inventiva. Maggiori informazioni sui romanzi di Katharine Kerr (tutti pubblicati dall'Editrice Nord) e sul mondo di Deverry si possono trovare sul suo sito http://www.deverry.com.
Manda Scott Sognando le aquile Narrativa Nord CN172 17,50 630 Rita Botter e Rosa C. Stoppani
Nella Britannia del I secolo d.C., Breaca, regina degli eceni, guidò il suo popolo nella sanguinosa guerra contro gli invasori romani. Le sue gesta leggendarie le valsero il nome di Boudica, "la Vittoriosa".
Questa è la sua storia.


Il destino di ogni guerriero è racchiuso nella visione mandata dagli dei. E la visione che è giunta a Breaca - una feroce battaglia tra gli antenati del suo popolo e uno stormo di aquile - non ha lasciato dubbi sul futuro di quella fanciulla di stirpe reale: a lei è stato affidato il compito di salvare la propria gente e la propria civiltà da un nemico che rischierà di annientarle per sempre. Così, ancora adolescente, ma già con la penna di falco dei guerrieri intrecciata ai capelli rosso fiamma, Breaca si trova costretta a percorrere un sentiero segnato dall'ombra del tradimento, dall'incubo del sospetto, dalla morsa del pericolo. E, insieme con la schiacciante solitudine del comando, arriva anche la consapevolezza che nessuno può aiutarla a cambiare il suo destino: neppure Bán, il fratellastro cui è legata da un affetto indissolubile e che le sarà strappato in modo crudele; neppure Caradoc, figlio ribelle di Cunobelin - il possente Segugio del Sole -, unito a lei da un giuramento sacro e da un amore tanto profondo quanto impossibile; neppure Airmid, l'unica amica fidata, che tutto ha già visto nei suoi sogni profetici. E allora, sostenuta soltanto dall'onore e dal coraggio del suo popolo, Breaca incontrerà le aquile della sua visione, pronte a colpire e a uccidere. Le aquile che sono il simbolo del potere più grande che la terra abbia mai visto: quello dell'Impero romano...
Manda Scott è nata e cresciuta in Scozia, dove ha frequentato la Glasgow Vet School, diventando medico veterinario. Attualmente vive e lavora nel Suffolk. Ha esordito nella narrativa con una serie di gialli che hanno ricevuto ampi consensi di critica e pubblico e sono stati pubblicati in Germania, in Francia, in Olanda, negli Stati Uniti e persino in Giappone. Sognando le aquile, il primo romanzo di una coinvolgente trilogia incentrata sulla figura di Boudica, è stato accolto entusiasticamente e ha rivelato l'eccezionale capacità dell'autrice di raccontare sotto forma di romanzo la mitologia del suo Paese.

"Sognando le aquile è uno splendido romanzo sul personaggio di Boudica, una delle donne più affascinanti e misteriose della storia inglese. L'ambientazione - grazie alle approfondite e intelligenti ricerche dell'autrice - è assolutamente convincente e si fonde in modo magistrale con gli elementi di fantasia. I personaggi, poi, sono così pieni di vita che sembrano balzare fuori della pagina. Il risultato è un'emozionante vicenda di amori, tradimenti ed eroismo."
Jean Auel, autrice di Focolari di pietra

"Lo stile di Manda Scott è energico e raffinato, i suoi personaggi hanno una grande profondità, la trama è coinvolgente e originale."
The Times
Marion Zimmer Bradley Le spade incantate Fantacollana FA190 14,50 336 Gianluigi  Zuddas
Guerriere, maghe, sacerdotesse:
le protagoniste più amate della narrativa fantastica


"Nella mia carriera ho scoperto molti autori che poi sono arrivati al successo. E spero proprio di essere ricordata come una scrittrice che amava trovare nuovi talenti." Così scrive Marion Zimmer Bradley nell'introduzione a Le spade incantate e, scorrendo questa straordinaria antologia di racconti, non si può che rimanere ammirati dalla sua incredibile sensibilità di talent-scout. Grazie ad alcuni degli autori più rappresentativi del genere fantasy - tra cui Diana L. Paxson, Mercedes Lackley e Josepha Sherman - ci caliamo infatti in una serie di vicende emozionanti e coinvolgenti, animate da maghi e guerrieri, draghi e sacerdotesse, amazzoni ed eroine. Come nel raffinato racconto che apre il volume, Schiava della spada, in cui l'indomita Kira è impegnata nella disperata ricerca della propria spada, senza la quale, per via di un incantesimo, rischia di perdere la sua stessa anima; oppure nell'inquietante La bestia, storia di un individuo crudele trasformato da una strega in un animale mostruoso e costretto a rivolgersi a un'incantatrice per riacquistare sembianze umane; o ancora nel coinvolgente La stoccata, nel quale la spadaccina Shanna si trova a dover fronteggiare nell'arena proprio colui che ama disperatamente... Ogni racconto, insomma, sorprende e affascina per la sua capacità di evocare un mondo vibrante di fantasia, segnato da misteri e prodigi eppure incredibilmente vivo e reale.
Marion Zimmer Bradley (Albany, 1930 - Berkeley, 1999) fin dal suo esordio, nel 1952, si impose come autrice di primo piano del fantasy, soprattutto con il ciclo di Avalon, che comprende Le nebbie di Avalon, Le querce di Albion, La signora di Avalon e La sacerdotessa di Avalon. Nella sua vastissima produzione (oltre sessanta romanzi e innumerevoli racconti) esplorò anche il territorio della fantascienza (in particolar modo nella saga di Darkover, i cui volumi sono stati pubblicati dalla Longanesi e dalla TEA), del romanzo gotico e di quello horror. Dal 1984 fu incaricata da una prestigiosa casa editrice americana di selezionare i migliori racconti di "heroic fantasy" e di raccoglierli in una serie di antologie, che ebbero subito un grande successo. Le spade incantate appartiene a tale serie, che comprende anche Storie fantastiche di spade e magia, Storie fantastiche di draghi, maghi e cavalieri, Storie fantastiche di guerrieri e sortilegi e Storie fantastiche di dame, eroi e incantesimi, tutti pubblicati dall'Editrice Nord.
Morgan Llywelyn I guerrieri del ramo rosso Narrativa Nord CN019 17,50 602 Annarita Guarnieri
Cuchulain si svegliò. La luce madreperlacea dell'orizzonte orientale stava diffondendo un chiarore opalescente sul mondo circostante e, di fronte a tanta bellezza, perfino gli uccelli tacevano e gli alberi rimanevano immobili in segno di omaggio, con le braccia levate sullo sfondo del cielo pallido. Era l'alba del mondo, un mondo in cui un uomo doveva combattere per stabilire qual era il proprio posto. Oppure ne sarebbe stato travolto.

Generazioni di bardi e poeti irlandesi hanno cantato le gesta di Cuchulain, il "mastino dell'Ulster", l'uomo dagli occhi d'argento, il condottiero dei Guerrieri del Ramo Rosso. Leggendaria era la sua capacità di correre così velocemente da afferrare una lancia prima che colpisse il bersaglio; implacabile era il suo sguardo, tale da atterrire i nemici in battaglia, anche perché era lo stesso sguardo del padre, il dio della guerra, che vigilava sempre su di lui sotto forma di corvo; eroico era il suo coraggio, baluardo inattaccabile a difesa della terra dei padri. Ma quegli antichi poemi narrano anche delle prove che Cuchulain dovette sostenere per conquistare il cuore della nobile Emer, figlia del potente capo Forgall, della sua lotta spietata contro la regina Maeve, della bellezza tentatrice di una guerriera venuta da lontano e di un fato tragicamente avverso... Intrecciando i fili di un mito antichissimo, Morgan Llywelyn ci regala un romanzo vibrante di passioni e di avventure, facendoci riscoprire tutta la magia di un'epoca in cui la vita degli uomini e la volontà degli dei si rispecchiavano, confondendosi, nelle acque turbinose della Storia.
Morgan Llywelyn vive da molti anni in Irlanda. Come racconta lei stessa, la sua passione per la storia e il folklore irlandesi ha origine da un suggerimento della madre, che, per farle superare lo sconforto di non essersi qualificata per le gare olimpiche di equitazione, la esortò a tracciare le vicende della propria famiglia, discendente di una nobile stirpe celtica. Da allora, le sue ricerche non hanno più conosciuto soste - la sua biblioteca storica consta ormai di oltre diecimila volumi - e sono confluite in una serie di romanzi, che hanno venduto più di cinque milioni di copie e che l'hanno fatta amare dai lettori di tutto il mondo per la cura delle ricostruzioni, la grande forza emotiva e la rara abilità nell'intrecciare storia e fantasia. Tra le sue opere, tutte pubblicate dall'Editrice Nord, ricordiamo: Il Leone d'Irlanda, L'orgoglio dei Leoni, Il vento di Hastings e il recentissimo La dea dei cavalli.

"Morgan Llywelyn intreccia la storia dell'Irlanda e quella dei suoi eroi in modo magistrale"
The New York Times


Pagina Principale Computers s.r.l.