Darklava

Vuoi sapere quali libri vengono pubblicati dalle principali case editrici?
Iscriviti a FANTABOOK

Motore di ricerca per il Catalogo Sf, Fantasy e Horror, a cura di Ernesto VEGETTI

2000

Novità in libreria varie

Fanucci

Editrice Nord

Altro

2019
2018
2017
2016
2015
2014
2013
2012
2011
2010
2009
2008
2007
2006
2005
2004
2003
2002
2001
2000
1999

Su proposta della Mailing List di fantascienza votazione dei romanzi di fantascienza italiani (SF pura, a discrezione del Catalogo a cura di Ernesto Vegetti).

Segni & Disegni: Disegni Originali, le "cose" da un altro mondo

La Mailing List di fantascienza ha organizzato il 1o Premio Internet per opere di fantascienza pubblicate nel 1997

Racconti, immagini, brani audio ed altro

Questa pagina è stata vista da 1604793 persone dal 23/2/2001

BENVENUTI
NEL MERAVIGLIOSO MONDO DI

dove la fantasia non ha confini

Segnalazioni Fantabook Febbraio 2007

Fanucci Editore
Acquistabili su IBS


Autore Dick Philip K.
Titolo L'androide Abramo Lincoln
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 288
Louis Rosen e i suoi soci vendono persone. O, per meglio dire, ‘simulacri’, esseri umani sintetici, veri e propri cloni di personaggi storici come Abramo Lincoln, il presidente degli Stati Uniti piú amato e piú profondamente segnato da conflitti interiori, e Edwin M. Stanton, il suo ministro della Guerra. L’unico compratore che si presenta loro, però, è un avido multimilionario i cui progetti di utilizzo dei simulacri potrebbero portare a Louis dei seri problemi con la legge. La situazione, inoltre, è complicata dal fatto che qualcuno – o qualcosa – come l’ex presidente potrebbe non avere alcuna intenzione di essere venduto. I due simulacri risultano infatti ostinati e interiormente complessi proprio come coloro di cui sono le perfette repliche. Impossibili da gestire, a volte piú umani di chi li ha costruiti, diventano le variabili impazzite che vanno a scardinare l’equilibrio già precario delle vite dei protagonisti.
L’androide Abramo Lincoln utilizza il ‘simulacro’ come punto di partenza per una spietata disamina della condizione umana, che culmina nella cupa visione di una vita tanto cruele quanto dominata dalle leggi implacabili dell’inganno e della vana illusione.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Nostri amici da Frolix 8
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 288
Thors Provoni è una figura leggendaria per quasi tutta la razza umana:partito per le stelle in cerca di aiuto per la Terra, però, è ormai dato per disperso nelle profonde tenebre degli abissi cosmici. Non è ancora stata trovata alcuna prova dell’esistenza di una qualsiasi altra razza intelligente e comunque, anche se esistesse, resta da verificare se sia disposta a venire in soccorso dell’homo sapiens su un pianeta in cui questi non è altro che un cittadino di seconda classe. Nel ventiduesimo secolo, infatti, il dominio delle vicende umane è saldamente nelle mani di un gruppo di freaks, mutanti che surclassavano i loro fratelli ‘normali’. Di fronte a mezzi come la telepatia, precognizione e mirabolanti computer, gli umani ordinari non hanno alcuna possibilità di riconquistare il governo del mondo. Ma ecco arrivare all’improvviso un inaspettato messaggio dal nulla: è la voce di Thors Provoni, che afferma di aver trovato amici per l’umanità sul lontano pianeta Frolix 8, e di stare tornando assieme a un alieno. Ma in cambio di questa difficile missione, Thors potrebbe chiedere un prezzo molto alto...
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Ma gli androidi sognano pecore elettriche?
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 240
Nel 1992 la Guerra Mondiale ha ucciso milioni di persone, e condannato all'estinzione intere specie, costringendo l'umanità ad andare nello spazio. Chi è rimasto sogna di possedere un animale vivente, e le compagnie producono copie incredibilmente realistiche: gatti, cavalli, pecore… Anche l'uomo è stato duplicato. I replicanti sono simulacri perfetti e indistinguibili, e per questo motivo sono banditi dalla Terra. Ma a volte decidono di confondersi tra i loro simili biologici e di far perdere le loro tracce.
A San Francisco vive un uomo che ha l'incarico di ritirare gli androidi che violano la legge, ma i dubbi intralciano spesso il suo crudele mestiere, spingendolo a chiedersi cosa sia davvero un essere umano…
Tragico e grottesco assieme, il romanzo di Philip Dick racconta il panorama desolato della San Francisco del futuro, il desiderio di amore e redenzione che alberga nei più umili, trasformando il genere fantascientifico in un noir cupo e metafisico. Dopo l’enorme successo di Blade Runner, la trasposizione cinematografica di Ridley Scott, questo romanzo è diventato uno dei classici del nostro tempo, un’opera che ha influenzato la visione della metropoli futura e ha anticipato i dilemmi della bioetica contemporanea
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Cronache del dopobomba
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 288
Che cosa accade dopo la fine del mondo? Cosa avviene quando la Bomba – quella di cui tutti parlavano dal 1945 – viene finalmente lanciata?
Apparso nel 1963, Cronache del dopobomba narra il mondo dopo il lancio dell’ordigno che ha messo in ginocchio l’umanità, cancellando dalla faccia della terra città ed esseri viventi. I sopravvissuti non sono più uguali a prima, ma rappresentano l’embrione di una stirpe che ha innestato sulle malinconie di una civiltà al crepuscolo il vitalismo confuso di una razza agli albori, costretta a inventare il proprio futuro. L’intero pianeta viene rappresentato da una piccola comunità californiana, in cui i superstiti vivono aggrappati alle onde radio che provengono dallo spazio. Il loro profeta è Walt Dangerfield, l’astronauta rimasto bloccato in orbita prima della catastrofe atomica, e che dal cielo trasmette alla Terra nastri musicali e pedagogici.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Deus Irae
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 224
Dopo la catastrofe che ha messo fine alla terza guerra mondiale, due Chiese si disputano i pochi sopravvissuti e i loro discendenti, flagellati dalle mutazioni. Una delle Chiese, quasi una proiezione del Vecchio Testamento, venera Deus Irae, il dio della collera, colui che ha causato nel mondo l’orrore atomico. Un Michelangelo senza braccia né gambe, Tibor McMasters, viene incaricato di realizzare il suo ritratto per rianimare la fede dei seguaci. Dovrà intraprendere un viaggio alla sua ricerca, attraverso una terra devastata e popolata di esseri bizzarri e mortali: insetti giganti, robot megalomani, sfingi-sirene elettroniche che cercano di attirare gli umani in un bagno d’acido, e poi la minaccia rappresentata dalla Chiesa rivale…
Frutto della collaborazione tra due grand della letteratura fantastica, pubblicato nel 1976 e scritto in un periodo di dodici anni, Deus Irae è una commistione di luoghi e personaggi eccentrici ed eterogenei che vivono dalla forza visionaria dei due autori.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Follia per sette clan
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 224
Il romanzo segue due intrecci separati che convergono progressivamente in un crescendo ricco di elementi satirici. Chuck Rìttersdorf è un uomo decisamente ordinario, che sta passando un periodo negativo e deve affrontare un doloroso divorzio. Ma i veri protagonisti sono gli abitanti di Alfa, un sistema planetario popolato da malati di mente, divisi in sette diversi clan a seconda della specifica patologia che li affligge. Gli Alfani dovranno ben presto fare i conti con il governo centrale della Terra, che ha dei piani ben precisi sul loro mondo e le loro vite; la vicenda di Chuck e della sua ex moglie Mary si intreccia così con quella della lotta per l’indipendenza degli Alfani, dipinta con sferzante ironia dalla penna di Philip K. Dick: la difesa dall’attacco terrestre sarà affidata a una commistione dei diversi ‘talenti’ delle sette colonie.
In Follia per sette clan Philip K. Dick investiga il potere della coscienza collettiva che combatte per il bene comune, rappresentato in questo caso dalla difesa personale e dalla sopravvivenza stessa.
L’opera fu scritta tra il 1963 e il 1964, periodo assai prolifico per lo scrittore, in cui videro la luce altri dieci romanzi di fantascienza, tra i quali Le tre stimmate di Palmer Eldritch e Cronache del dopobomba.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo I giocatori di titano
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 224
La popolazione terrestre si è enormemente ridotta dopo che una guerra globale ha devastato il pianeta rendendo sterile la maggior parte dell’umanità. Le macchine intelligenti sorvegliano la vita quotidiana; le automobili e le farmacie parlano e litigano con gli utenti, e molti, in modo ossessivo, giocano a Bluff, un gioco di gruppo che accoppia in modo sempre diverso gli individui, creando e sciogliendo matrimoni senza interruzione, in una paradossale lotteria che premia la fortuna dell’ambita fertilità. Ma il Bluff attrae anche i misteriosi invasori del pianeta Terra, i telepatici vug provenienti da Titano, che in nome di una tregua apparente aiutano i superstiti umani nella ricostruzione del loro mondo. E il gioco, tentazione universale, sembra coinvolgere anche questi misteriosi visitatori.
Pubblicato nel 1963, l'anno dell'uccisione del presidente Kennedy, I giocatori di Titano racconta in chiave metafisica il turbamento profondo degli anni Sessanta, e rappresenta una delle punte piú alte e raffinate della produzione narrativa di Dick. Lo scrittore affronta nel romanzo alcuni dei suoi temi piú classici, la percezione soggettiva della realtà, la paranoia, il controllo occulto sugli individui e l’erosione dei rapporti sociali e personali.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo E Jones creò il mondo
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 208
Nel XXI secolo i cittadini degli Stati Uniti sono guidati da un sistema teologico e filosofico chiamato Relativismo di Hoff, perfetta rappresentazione di un mondo in cui le persone non hanno nulla in comune e gli individui conducono le loro esistenze in un’intollerabile solitudine. Questa mancanza di unità permette al Governo di mantenere la sua struttura di potere e di soggiogare una popolazione la cui mancanza di emozioni impedisce di comunicare e di ribellarsi. La popolarità e il successo di Jones scaturiscono dalla sua campagna contro un misterioso plasma interstellare, una tipica rappresentazione aliena degli anni in cui il romanzo viene scritto, che infonde una nuova energia in una società stremata dal conformismo e dall’autorità. Jones ha dalla sua parte anche un particolare potere, una preveggenza limitata a un anno, che gli permette di leggere gli avvenimenti futuri quasi nella loro totalità.
Ricco di situazioni futuristiche e bizzarre, sospeso tra la speranza utopica e il pessimismo più cupo, il romanzo rivela una visione cinica dell’idealismo rivoluzionario che anticipa alcuni esiti del decennio successivo, che Dick commenterà con grande amarezza in opere come Un oscuro scrutare.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Labirinto di morte
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 224
Quattordici persone, nevrotiche e alienate nel loro rapporto con il lavoro e con il mondo esterno, decidono di lasciare una Terra disumana e oppressiva e di partire per il pianeta Delmak-O. Per Ben Tallchief, dopo una vita fallimentare, sembra aprirsi un futuro di euforica comunione con gli altri; e cosí è anche per Seth Morley, insoddisfatto del suo lavoro. Ma all’improvviso il satellite delle comunicazioni viene distrutto e i quattordici umani si ritrovano da soli sul pianeta, in un crescendo di misteri, terrore e morte. La realtà oggettiva vacilla, e l’intero paesaggio sembra solo un inganno dei sensi, un fondale di cartapesta dove gli uomini si agitano come marionette mosse a caso da una divinità folle e imperscrutabile.
Scritto nel 1968, Labirinto di morte, insieme a Ubik e Occhio nel cielo, è uno dei tre romanzi di Philip K. Dick nei quali l'autore affronta uno dei temi a lui più caro: cosa è reale e cosa non lo è.
Intuito e fede individuale sono gli unici mezzi per fare breccia nel puzzle della realtà ma mentre in Occhio nel cielo i protagonisti trovano una via di salvezza, in Labirinto di morte e Ubik si perdono nell'incubo del risveglio e della percezione del quotidiano.
Romanzo collettivo che sfocia a volte in un trattato filisofico, Labirinto di morte echeggia di quel pensiero religioso astratto e logico che sarà per Philip K.Dick il vero e proprio motivo dominante nell'ultima sua opera, la Trilogia di Valis.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Lotteria dello spazio
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 224
Anno 2203: il dominio dell’universo è assegnato seguendo le leggi casuali di un complesso gioco che si svolge sotto la supervisione del Quizmaster Verrick. Quando Ted Bentley, un tecnico di ricerca che ha appena perduto il lavoro, firma un contratto con Leo Cartwright, non immagina che il suo nuovo datore di lavoro sta per diventare il nuovo Quizmaster. E non sa neppure di essere destinato ad avere un ruolo fondamentale nel complotto ordito per assassinare Cartwright in modo che Verrick possa riprendere il controllo di un universo che si rivelerà molto meno imprevedibile di quanto non appaia.
Il romanzo d’esordio di Philip K. Dick, che rivelò ai lettori di fantascienza (e non solo) un talento e un’immaginazione davvero unici. Pubblicato nel 1955, Lotteria dello spazio fu scritto da Dick nel suo anno piú prolifico, durante il quale riuscí a produrre, oltre a questo romanzo, anche ventinove racconti.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Occhio nel cielo
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 240
Un’esplosione in un impianto nucleare scaglia otto persone in un universo impazzito in cui le leggi non sono piú quelle conosciute, dove i miracoli esistono e si può volare in Paradiso appesi al manico di un ombrello, oppure si può far scomparire il mare o il cielo con la forza del pensiero, e dove una casa può trasformarsi in un mostro orrendo pronto a divorare i suoi abitanti. Come in una scatola cinese, i protagonisti attraversano una sorta di inferno dantesco popolato dai peggiori incubi della loro psiche, in un itinerario di scoperta e formazione.
Scritto in sole due settimane agli inizi del 1955, Occhio nel cielo è la prima opera di Philip K. Dick che affronta uno dei temi più cari all'autore: cosa è reale e cosa non lo è. Di estrema raffinatezza filosofica, il romanzo attinge a piene mani dall'ossessione maccartista, descrivendo il senso di inquietudine dei protagonisti in una società priva di illuminazione, nella quale regnano i sogni illusori conformi alle loro paure e desideri
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Un oscuro scrutare
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 368
Los Angeles, 1994: una droga misteriosa, la sostanza M, invade il mercato seminando follia e morte. La sua origine è ignota come la sua composizione e l’organizzazione che la diffonde. Bob Arctor, agente della sezione narcotici, si infiltra tra i tossici che ne fanno uso, per scoprire chi dirige le fila del traffico illegale: un abito speciale nasconde ai colleghi la sua identità e una sofisticata apparecchiatura elettronica gli consente addirittura di spiare se stesso nella sua nuova condizione di drogato. Bob giungerà alla verità solo dopo essere sprofondato nel buio e nella disperazione della dipendenza.
Un romanzo di straordinaria potenza emotiva, dedicato idealmente a quella generazione che dopo aver sognato un mondo diverso ha scoperto il baratro delle droghe, della dipendenza, dell’annullamento di sé. Canto del cigno di una generazione, Un oscuro scrutare è una vetta amara e lirica dell’opera di Philip K. Dick, e allo stesso tempo un romanzo sospeso tra giallo e fantascienza ambientato in un futuro dominato dalla tecnologia e dalla manipolazione sociale, affresco di un mondo di percezioni che si moltiplicano, si deformano, si mescolano fino all’annientamento.
Un oscuro scrutare nel 2006 è stato tradotto da Richard Linklater in film, con Keanu Reeves, Robert Downey Jr e Winona Ryder.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Radio Libera Albemuth
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 288
In un’America alternativa dominata da un tiranno di nome Ferris F. Fremont (inspirato a Richard Nixon), due uomini tentano di combattere l’oppressione e la violenza. Sono Nicholas Brady e Philip K. Dick, sì, proprio lui, lo scrittore di fantascienza che simpatizza per Brady ma è assai più ‘razionalista’. Li accompagna una figura insolita, un essere superiore che porta il nome di VALIS: ma chi o cosa è VALIS? Da dove proviene? Quali sono i suoi scopi? E sarà sufficiente il suo aiuto per sconfiggere l’ottusa brutalità della tirannia?
Pubblicato nel 1985, dopo tre anni dalla morte dell’autore, Radio libera Albemuth è stato considerato per anni un canovaccio dell’opera ben più complessa e definita che va sotto il nome di Trilogia di Valis. In realtà il romanzo in questione, scritto nel 1976, si rivela come punto nodale nell’evoluzione dello scrittore, un momento di recupero di temi a lui tanto cari, dopo una fase piuttosto delicata della propria vita: dall’idea di una società dominata dalla tecnologia e dalla manipolazione sociale, a quella della cultura del sospetto, della paura permanente
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo In senso inverso
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 240
Nella California del 1998 il tempo scorre in senso inverso. A causa di un bizzarro fenomeno scientifico chiamato ‘Fase Hobart’, i morti risorgono dalle tombe, diventano adulti, giovani, adolescenti, infanti, per poi tornare nel grembo da cui provengono. Le sigarette si fumano a partire dalle cicche, si saluta il prossimo con un ‘addio’ e ci si congeda con un ‘ciao’, a tavola si dà di stomaco invece di mangiare. Alcune ditte specializzate, i Vitarium, si occupano di prelevare dai cimiteri i defunti che ritornano al mondo. Tra questi, è giunto il momento di un potente leader nero, fondatore di un culto popolarissimo, e la piú temuta organizzazione del mondo, la Biblioteca, che ha il compito di cancellare le testimonianze scritte degli eventi che non sono piú accaduti, si accinge a eliminarlo prima che una nuova ondata di violenze razziali dilani il paese.
Pubblicato nel 1967, In senso inverso è un romanzo insolito e paradossale, che ben rappresenta la sfrenata fantasia creativa di Philip K. Dick. Costruito a partire da idee forti quanto immaginifiche, il romanzo tratteggia alcuni temi tipici dello scrittore statunitense: l’ambiguità e la violenza del potere, la dimensione mistica e metafisica del vivere quotidiano, i difficili e spesso squilibrati rapporti tra i sessi, contaminando il tutto con una forte dose di ironia e di gusto pulp, visibile nei numerosi colpi di scena e negli spunti avventurosi, e soprattutto in una galleria di personaggi bizzarri e sopra le righe.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo I simulacri
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 240
Nel Ventunesimo secolo gli Stati Uniti d’Europa e d’America sono governati da una coppia incantevole: der Alte, il presidente, e la First Lady, vero motore del potere. Popolare e amatissima star televisiva, la donna nasconde segreti che ne potrebbero destabilizzare l’autorità, e si oppone a ogni tentativo di rovesciamento del suo benigno regime. Fra complotti, corporation industriali, conflitti sociali tra élite e massa, tra chi conosce la verità sulla reale natura di der Alte e chi crede ciecamente nella verità offerta al pubblico, si muovono gli altri personaggi del romanzo: il pianista psi Richard Kongrosian, capace di suonare senza toccare i tasti; Beltold Goltz, capo dell’organizzazione dei Figli di Giobbe; Loony Luke, venditore di astronavi che permettono alle famiglie disperate di emigrare su Marte; e poi i simulacri, sostituti robotici degli esseri umani, usati come strumenti fondamentali di un rischioso gioco politico.
Tutto questo compone un affresco sfaccettato che precorre la politica-spettacolo e la religione dell’apparire che dominano il vero XXI secolo, il nostro presente, che Dick anticipa e scruta con gli strumenti analitici della fantascienza, e soprattutto con un sentimento profondo della condizione umana
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Svegliatevi, dormienti
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 208
Il 2080 è l’anno in cui tutti i nodi degli ultimi due secoli vengono al pettine. Negli USA è periodo di elezioni e Jim Briskin, candidato alla presidenza, tenta di appianare gli ostacoli e di risolvere l’irrisolvibile: cento milioni di persone sono state ibernate in attesa di tempi migliori e di un pianeta meno sovraffollato di quello terrestre. Il problema riguarda anche gli inerti ibernati: è giunto ormai un punto di rottura, e l’alternativa si pone tra lo svegliarli e il farli sparire. Intanto gli incredibili lampobolidi, mezzi di trasporto in grado di eliminare la barriera spaziale, si rivelano pieni di difetti, e non trasportano piú i loro utenti dove questi vogliono andare. Bisogna capirne il motivo; la questione razziale è arrivata al punto in cui un uomo di colore, lo stesso Briskin, potrebbe diventare presidente.
In Svegliatevi, dormienti, scritto in due parti tra il 1963 e il 1964 e pubblicato in un unico volume nel 1966, Dick tratteggia uno scenario in cui si alternano personaggi tipici del suo immaginario, dal mostro George Walt, con due corpi e una sola testa, a Tito Cravelli, detective con velleità politiche di marlowiana memoria. Il tutto sullo sfondo di un’America distopica che congela in un sonno artificiale le masse improduttive, impegnata nell’affannosa ricerca di una Nuova Frontiera e di una nuova terra da colonizzare.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo La svastica sul sole
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 304
Le forze dell’Asse hanno vinto la seconda guerra mondiale e l’America è divisa in due parti, l’una asservita al Reich, l’altra ai Giapponesi. Sul resto del mondo incombe una realtà da incubo: il credo della superiorità razziale ariana è dilagato a tal punto da togliere ogni volontà o possibilità di riscatto. L’Africa è ridotta a un deserto, vittima di una soluzione radicale di sterminio, mentre in Europa l’Italia ha preso le briciole e i Nazisti dalle loro rampe di lancio si preparano a inviare razzi su Marte e bombe atomiche sul Giappone. Sulla costa occidentale degli Stati Uniti, i Giapponesi sono ossessionati dagli oggetti del folklore e della cultura americana, e tutto sembra ruotare intorno a due libri: il millenario I Ching, l’oracolo della saggezza cinese, e il best-seller del momento, vietato in tutti i paesi del Reich, un testo secondo il quale l’Asse sarebbe stato sconfitto dagli Alleati…
La svastica sul sole racconta la Storia e le sue possibilità, la realtà e le riscritture, lo scontro culturale tra Oriente e Occidente, l’invasione della spiritualità nella vita quotidiana, il dramma morale di chi deve sopravvivere in un regime di sottomissione. Scritto nel 1961, il romanzo è uno dei capolavori di Philip K. Dick, vincitore nel 1963 del Premio Hugo
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Ubik
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 240
Glen Runciter comunica con la moglie defunta per avere i suoi consigli dall’aldilà. Joe Chip scompare dal mondo del 1992 e si ritrova nell’America degli anni Trenta, mentre riceve misteriosi e cupi messaggi. Una trappola mortale sembra aver annientato i migliori precognitivi del sistema solare. È in corso una lotta per scrutare il futuro nel corso di un’impossibile dissoluzione del presente; mondi e tempi diversi vivono e fluiscono contemporaneamente, la vita si scambia con la morte. In Ubik Philip Dick affronta con grande ispirazione alcuni dei suoi temi piú profondi: l’illusione che chiamiamo realtà, la mancanza di un tessuto connettivo e di un principio unificatore al di sotto dell’apparenza delle cose, il mistero di un Dio che tiene i dadi della vita e della morte.
Scritto nel 1966 e pubblicato nel 1969, Ubik è una delle opere più sconcertanti e riuscite di Philip K. Dick. per il suo dirompente surrealismo, per l’ironia e la passione con cui analizza la società umana, Ubik è davvero un classico di quella letteratura che sempre si spinge a esplorare i paradossi dell’esistenza con le armi della visione e della fantasia, di uno sguardo anarchico, insaziabile e curioso.
"Io sono vivo, voi siete morti", scrisse Philip K. Dick in Ubik.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Noi marziani
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 304
Negli anni Novanta, i grandiosi progetti di colonizzazione interplanetaria sono stati dimenticati e Marte è ancora pressoché disabitato. Il lungo periodo di disinteresse ha favorito lo sviluppo di ogni sorta di traffici, dal contrabbando alla speculazione sulle aree che costeggiano la preistorica rete di canali, e la vita sul pianeta rosso è dura, come sempre è stata sulla Terra. L’avido Arnie Kott, il Membro Supremo del potente Sindacato degli Idraulici, è uno spietato affarista, determinato a sfruttare a proprio vantaggio ogni risorsa che il pianeta può ancora offrire. E chi potrebbe fermare il suo disegno? Forse le antichissime tradizioni dei Bleekmen, gli aborigeni marziani superstiti, o una realtà molto più sottile e sconvolgente: l’abisso spalancato negli occhi di Manfred, il ragazzo autistico che scivola avanti e indietro nel tempo, nei regni dell’entropia e della morte.
Scritto nel 1962 e pubblicato nel 1964, Noi marziani racconta il cinico sfruttamento di una colonia, di una terra, di una cultura, trasformando in incubo il sogno americano della conquista degli spazi, dalla Frontiera al cosmo al mercato globale. Da tale paesaggio desolato si innalzano, come spesso accade nelle opere di Dick, i deboli e gli emarginati, gli unici capaci di calarsi nel cuore dell’inferno per poi riemergere e ricominciare da capo. Vero romanzo di idee, in grado di rendere visibili «le travi sotto il pavimento dell’universo», come ha scritto lo stesso Dick, Noi marziani offre anche uno sguardo ironico e divertito sulla vita delle colonie terrestri in lotta su Marte (che ha ben poche somiglianze con il pianeta rosso della tradizione pulp), e su quelle 'beghe' che sempre contrassegnano la presenza degli esseri umani, ovunque essi si trovino.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Le tre stimmate di Palmer Eldritch
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 272
Scritto nel 1964 e pubblicato nel 1965 dalla Doubleday, Le tre stimmate di Palmer Eldritch è stato osannato come un grande romanzo psichedelico, una navigazione allucinata in un mondo surreale creato dalla droga e dominato dall’inquietante figura di un mostruoso imprenditore-spacciatore, non del tutto umano e forse strumento di un’oscura divinità. Ma dietro la storia di una delle più originali invasioni aliene mai raccontate si nascondono diversi livelli di lettura, dove la provocatoria meditazione teologica va a braccetto con la denuncia politica e sociale. Palmer Eldritch, produttore e spacciatore del Chew-Z, è forse un abominevole Cristo negativo, forse personificazione di una Tecnica che tutto vede, afferra e mastica; ma forse è solo una povera vittima, un uomo qualunque...
Droghe illegali, stimmate divine, tesi gnostiche, Barbie Dolls: Le tre stimmate di Palmer Eldritch è tutto questo e in piú una grandiosa storia di invasione della Terra.
Acquistabile su IBS
Autore Dick Philip K.
Titolo Tempo fuor di sesto
Editore Fanucci
Collana Collezione Dick
Prezzo 11,9 €
Pagine 240
In una tranquilla cittadina americana degli anni Cinquanta vive Ragle Gumm, un bravo ragazzo che ogni giorno si impegna a vincere un concorso del quotidiano locale, cercando allegramente di sedurre la moglie del vicino. Ma il giovane sembra essere consapevole di un altro mondo e di un altro tempo, che cospirano contro di lui, e non si tratta di un semplice caso di paranoia. Ragle Gumm, in qualche modo, è al centro del mondo. Ma quale mondo?
Scritto nel 1958 e pubblicato nel 1959, Tempo fuor di sesto è un romanzo esemplare degli anni Cinquanta e di quella società americana che dietro una facciata pulita e ben dipinta, in colori forti e rassicuranti, nasconde invece misteri e ossessioni, violenza e timori. Il 1958 immaginato e descritto da Philip K. Dick si trasforma lentamente in qualcosa d'altro, giungendo fino a noi sotto forma di immaginario, di paesaggio simbolico, spinto da una potenza che rende tutt'oggi il romanzo una fertile sorgente di idee. E negli ultimi anni un film come The Truman Showrivela un enorme debito verso quelle pagine di uno scrittore di fantascienza fallito che guardava la realtà andare inesorabilmente 'in palta'.
Acquistabile su IBS